top of page

Domande frequenti sulla fabbricazione del sapone (a freddo)

Aggiornamento: 30 ago 2023

Il sapone scade? Posso usarlo subito appena fatto? Che oli posso usare per fare il sapone? Queste sono solo alcune delle domande che mi vengono chieste più frequentemente durante i miei corsi di saponificazione a freddo. Ho deciso di raccogliere tutte le domande (e relative risposte) in questo articolo, che aggiornerò nel tempo.

Se hai altre domande sulla fabbricazione del sapone con il metodo a freddo, non esitare a scriverle nei commenti!


Ecodalia - Saponi DIY

Formulazione & composizione

  • Posso fare il sapone con qualsiasi olio/burro? Certo! L'importante è riuscire a rendere la ricetta quanto più equilibrata possibile. Controlla sempre la composizione in acidi grassi di ogni olio/burro ed utilizza un calcolatore online (come Soap Calc o Mendrulandia) per calcolare al meglio la tua ricetta.

  • Posso usare l'olio esausto per fare il sapone? Sì e no. Ne ho parlato nel dettaglio in questo articolo.

  • Posso fare il sapone con qualsiasi liquido? Anche qui la risposta è . Ho citato alcuni possibili liquidi in questo articolo.

  • Devo per forza usare la soda caustica?. Non c'è altra via per realizzare un sapone solido artigianalmente. La lisciva di cenere (usare la cenere al posto della soda caustica) non è meno pericolosa. Se non te la senti di usare la soda, prova i composti di sapone melt & pour, una versione semplificata e personalizzabile del sapone a base di glicerina.

  • Come posso colorare il mio sapone? Ci sono tanti modi per colorare il sapone. Ti consiglio di iniziare con quello che hai casa: inserisci delle spezie (curcuma, paprika, ortica...) una volta ottenuto il nastro. Mescola bene e goditi i colori naturali di queste spezie! Per colorare puoi usare anche argille e coloranti minerali come la mica. Esistono anche coloranti liquidi per sapone.


Tempo di cura/stagionatura e stoccaggio del sapone

  • Quanto tempo devo aspettare prima di poter togliere il mio sapone dalla formina? Una volta versato il sapone negli stampini in silicone dovrai aspettare almeno 24/48 ore prima di sformarlo. Tieni le formine avvolte in una coperta di pile o lana in questa prima fase di solidificazione, il calore prodotto dalla reazione chimica di saponificazione durerà più a lungo e l'umidità contenuta nel sapone se ne andrà più in fretta.

  • Perché non posso usare subito il sapone, appena fatto? Se usi il sapone immediatamente dopo le 24/48 ore dalla preparazione non succede niente. Vi è comunque il rischio che, se il sapone non ha ancora attraversato la fase di gel, vi siano ancora delle tracce di alcali liberi. Oltre ad evitare questo rischio, è consigliato un periodo di stagionatura del sapone di almeno 4 settimane per permettere al sapone di solidificarsi ulteriormente (consistenza più solida), migliorare la schiuma ed evitare di vedere il sapone squagliarsi sul piattino del lavandino troppo velocemente.

  • Quanto tempo deve rimanere in cura (stagionatura) il mio sapone autoprodotto (a freddo)? Il tempo consigliato di stagionatura è di almeno 4 settimane. Più acqua o grassi insaturi sono presenti nella ricetta del sapone, più sarebbe meglio aspettare. Il tempo di stagionatura quindi varia in media tra le 4 e le 12 settimane.

  • È normale che il mio sapone si sia ridotto in volume dopo le prime 24/48 ore?. Con il tempo l'umidità contenuta nel sapone evapora e questo determina una perdita di volume del sapone.

  • Il mio sapone rimane un po' appiccicoso dopo averlo tolto dalla formina: é normale? Questo piccolo problema (puramente estetico) dipende sia dalla composizione della ricetta (oli/burri scelti) che dalla quantità di acqua presente nella ricetta. Se fai fatica ad estrarre il sapone dalla formina, lascia riposare il sapone altre 24/48 ore, il tempo che si asciughi ed indurisca ulteriormente.

  • Una volta pronto, come posso conservare al meglio il mio sapone? La stagionatura deve avvenire in un luogo areato, fresco e asciutto. Per comodità puoi tenere le saponette in una scatola di legno o di cartone (non ermetiche), separate ad un paio di centimetri l'una dall'altra. Anche dopo la stagionatura, è meglio evitare stanze umide come bagno, cucina o cantina. Io di solito conservo le saponette in scatole da scarpe. Non dimenticarti di annotare la data di fabbricazione delle saponette!


Altre domande

  • Posso realizzare il sapone all'aperto? Certo, perché no. Attenzione solo agli sbalzi di temperatura!

  • Posso realizzare il sapone in inverno? È sconsigliato realizzare il sapone quando le condizioni metereologiche sono estreme. Freddo o caldo estremi non aiutano il processo di saponificazione, influenzando la temperatura del composto che potrà difficilmente essere controllata.

  • Posso realizzare il sapone in estate? Stessa risposta dell'inverno.

370 visualizzazioni

Post correlati

Mostra tutti
Francesca_Ecodalia.jpg

Grazie di leggere
il mio blog!

Qualcosa non ti é chiaro in questo post? Oppure hai altre curiosità sul tema? Lascia un commento, ti risponderò al più presto!

Vuoi ricevere consigli sull'autoproduzione, aggiornamenti esclusivi e tante sorprese a tema DIY?

  • Instagram
  • Facebook
  • Pinterest
bottom of page