top of page

Ricetta crema corpo super nutriente (senza emulsione)

La ricetta di questa crema corpo (oltre ad avere una storia decisamente avvincente!) è davvero fantastica, profondamente nutriente. Ideale per tutti i tipi di pelle, è un ottimo esempio di crema di base. È perfetta se sei alla prime armi con l'autoproduzione cosmetica e cerchi un'alternativa ad un'emulsione.

Preparazione
Conservazione
Resa (peso)
Ideale per

20 minuti

6 mesi

30 grammi

Tutti i tipi di pelle


Ricetta esfoliante festivo per il corpo
Photo © Ecodalia

La crema fredda ha una storia di utilizzo molto lunga, molto più lunga di quanto si possa immaginare. La ricetta originale fu formulata da Galeno di Pergamo, medico e filosofo greco del II secolo. Originariamente non era stato concepito per essere usato come prodotto cosmetico. Veniva usato per ammorbidire la pelle secca, ruvida e indurita, ed era molto più popolare tra i gladiatori e gli atleti che lo usavano per prepararsi e riprendersi dagli incontri. Che storia avvincente no?


Prima di iniziare con la ricetta, spendo due parole su come conservare le creme. Ogni volta che si introduce acqua o un ingrediente a base d'acqua in una ricetta di crema o lozione, è possibile che si introducano anche muffe, lieviti o batteri. Per questo motivo, molti erboristi preferiscono usare una sorta di conservanti nelle loro ricette di creme.

Una cosa che si può fare è aggiungere alcuni ingredienti come l'olio di vitamina E, che abbiamo qui, o gli oli essenziali, ad esempio l'olio essenziale di rosmarino. Questo aiuterà a fermare l'irrancidimento degli oli e burri, ma non aiuterà necessariamente a fermare la proliferazione dei batteri, quindi in questo caso ci sono conservanti naturali a base di piante che possono essere inclusi nella crema per prolungare la durata di conservazione delle creme che non si vogliono conservare in frigorifero (es. Cosgard o Nobact).


Ora che abbiamo parlato delle necessità di conservazione della crema, diamo un'occhiata ai diversi ingredienti inclusi in questa ricetta.

 

Elenco degli ingredienti (per 30g)

  • 16,4g olio di oliva (54,8%)

  • 8,2g idrolato di rosa (o altro idrolato, acqua in alternativa) (27,4%)

  • 3,7g di cera d'api (12,3%)

  • 0,9g vitamina E (3,1%)

  • 0,7g cosgard o nobact (2,4%)

  • 3 gocce di olio essenziale (facoltativo)


Come realizzare il tuo esfoliante festivo per il corpo

  1. Prepara una padella con un paio di centimetri di acqua per il bagnomaria ed inizia a scaldarla sul fuoco.

  2. In un contenitore resistente al calore (andrà poi inserito nell'acqua del bagnomaria), versa l'olio e la cera.

  3. In un secondo contenitore resistente al calore (andrà poi inserito nell'acqua del bagnomaria), versa l'acqua/idrolato.

  4. Posiziona entrambi i contenitori nella padella con l'acqua calda ed inizia il processo di bagnomaria. Questo è molto importante perché vogliamo mantenere la stessa temperatura di entrambe le miscele (acquosa ed oleosa) per tutto il processo di produzione. Questo ci garantirà una crema densa e ricca che non si separerà. Se hai un termometro, cerca di raggiungere una temperatura tra 37 e 46 gradi Celsius di entrambe le miscele.

  5. Mescola di tanto in tanto la miscela oleosa (olio e cera) di modo da favorirne lo scioglimento.

  6. Ora che abbiamo fatto sciogliere i pezzetti di cera d'api nell'olio, togliamo dal fuoco e lasciamo raffreddare per circa 15 minuti. Una buona regola generale è quella di osservare la miscela di oli. Dovrai aspettare che abbia la consistenza del miele o di uno sciroppo, solo allora sarà abbastanza fredda da poter mescolare insieme la fase oleosa con quella acquosa.

  7. Una volta che l'olio e la cera d'api hanno raggiunto una consistenza bella densa, versa l'acqua di rose in una piccola ciotola o in un barattolo. Poi, molto lentamente, aggiungi la miscela oleosa nell'acqua, un po' alla volta, e sbattila nello stesso modo in cui si prepara una maionese, in modo da ottenere una consistenza densa e piacevole e da evitare che si separi in seguito. È necessario fare molta attenzione a non sbattere troppo la crema, perché se lo si fa, potrebbe tornare a separarsi, quindi assicurati di non sbatterla per più di 2 minuti.

  8. La crema finita a questo punto sarà un po' più liquida di quella che desideri, ma si rapprenderà un po' di più una volta che l'avrai versata nel vasetto finale.

  9. Una volta che la crema si è raffreddata a temperatura ambiente, è il momento di mescolare la vitamina E e, se la si usa, di aggiungere anche il conservante naturale antibatterico (Cosgard, Leucidal o Nobact).

  10. Da qui, possiamo versare la crema nei nostri vasetti/contenitori. Ricorda che questa crema continuerà ad addensarsi man mano che si raffredda.

  11. Assicurati di etichettare sempre le tue creme e tutti i tuoi preparati a base di erbe, in modo da ricordare la data di produzione e cosa hai usato in quel prodotto.

  12. Una volta riempiti il vasetto/contenitore, assicurati di chiuderlo bene.

Questa crema è favolosa, ricca e nutriente e spero davvero che ti piaccia tanto prepararla quanto usarla


LA MIA ESPERIENZA ✋ Per quel che mi riguarda ho provato una variante alla lavanda (idrolato + olio essenziale di lavanda) ed è venuta uno spettacolo! Ideale come dopo-sole d'estate ed in piccole dosi su mani e piedi durante l'inverno.

 

Questa ricetta ti è piaciuta? Non esitare a condividerla e a realizzarla con amici, colleghi, parenti e persone a te care!


Se provi a farla a casa non esitare a farmi sapere come ti trovi e per qualsiasi domanda non esitare a contattarmi qui: Francesca 🫧 Corsi di sapone & cosmesi artigianale (@ecodalia)


Un abbraccio forte, Francesca

36 visualizzazioni
Francesca_Ecodalia.jpg

Grazie di leggere
il mio blog!

Qualcosa non ti é chiaro in questo post? Oppure hai altre curiosità sul tema? Lascia un commento, ti risponderò al più presto!

Vuoi ricevere consigli sull'autoproduzione, aggiornamenti esclusivi e tante sorprese a tema DIY?

  • Instagram
  • Facebook
  • Pinterest
bottom of page