top of page

INCI: come leggere l'etichetta di un cosmetico?

Per garantire ai consumatori la massima sicurezza ed informazione, sui prodotti cosmetici sono obbligatorie alcune indicazioni. Queste informazioni devono essere visibili prima dell'acquisto. Come decifrare l'etichetta di un prodotto di bellezza? Quali informazioni è importante osservare? In questo articolo ti racconto tutto!

Elementi importanti riportati nelle etichette dei cosmetici

Quando si acquista un prodotto cosmetico, si possono leggere molte informazioni sull'etichetta. Per capire il significato di queste informazioni, ecco un'immagine di esempio che permette di identificarle. Vediamole insieme nel dettaglio.

  • Nome e funzione: la prima informazione che troviamo in etichetta è il nome del prodotto (sapone, shampoo, deodorante), che ci permette di identificarlo chiaramente. Di solito viene accompagnato da altri dettagli (per tutti i tipi di capelli, per pelli sensibili,...).

  • Modo d'uso e consigli d'uso: a seconda del tipo di prodotto cosmetico, alcune informazioni possono essere utili ai consumatori o sono obbligatorie (ad esempio evitare il contatto con gli occhi).

  • Quantità: in etichetta deve essere riportata la quantità di prodotto, di solito viene riportata il millilitri (ml).

  • Lista INCI: tutte le etichette dei prodotti cosmetici devono riportare in modo leggibile l'elenco degli ingredienti, riportati in linguaggio INCI (tra poco ti spiego bene che cos'è e come leggerlo).

  • Suggerimenti per la corretta gestione del rifiuto: la grafica puó cambiare, in ogni caso vengono riportate delle indicazioni su come effettuare la raccolta differenziata del prodotto/imballaggio.

  • Periodo di conservazione: la data di durata minima (DDM) è la data fino alla quale un prodotto cosmetico può essere utilizzato (la qualità del prodotto è ancora garantita). È obbligatoria, tranne quando è superiore a 30 mesi, il che avviene quasi sempre! In questo caso, il produttore deve indicare il periodo durante il quale è possibile utilizzare il prodotto cosmetico senza alcun rischio dopo l'apertura. Questo periodo è chiamato AOP (After Opening Period). All'interno dell'icona a forma di barattolo, viene riportato un numero e una lettera. Questi corrispondono al periodo di conservazione dopo apertura (in questo caso 12M = 12 mesi).

  • Certificazione: in fondo all'etichetta troviamo spesso dei loghi che rappresentano le certificazioni, ISO, bio, vegan, ecc.

  • Responsabile del prodotto: a chiudere il cerchio troviamo nome e dati del responsabile del prodotto, da contattare nel caso in cui avessimo domande o segnalazioni sul prodotto.


INCI: che cos'è?

"Cosmetico" è un termine che designa "qualsiasi sostanza o miscela destinata a essere posta a contatto con le varie parti superficiali del corpo umano (siano esse pelle, capelli, unghie, denti, ecc.) allo scopo di pulirle, proteggerle, profumarle o abbellirle".


Tutti questi prodotti sono quindi cosmetici: bagnoschiuma, shampoo, dentifricio, profumo, trucco, struccante, creme idratanti, maschere, scrub, deodoranti, schiuma da barba, tutti i prodotti per capelli, salviette, ecc.


In Europa, i produttori sono obbligati a indicare la composizione dei cosmetici secondo la nomenclatura INCI, acronimo di International Nomenclature for Cosmetic Ingredients. Se ti interessa avere più dettagli sulle direttive e regolamenti europei, puoi visitare il sito CosIng - Cosmetics - GROWTH - European Commission (europa.eu).


Come leggere l'elenco INCI?

Prima di tutto, procurati una buona lente d'ingrandimento, perché di solito l'elenco è riportato in caratteri molto piccoli sulla confezione. I composti sono elencati in latino (per i prodotti a base vegetale) o in inglese (per le sostanze chimiche), il che rende più facile la decifrazione in tutta Europa.


RICORDA: questa lista riporta l'elenco completo dei composti contenuti in un cosmetico in ordine decrescente. Quindi, se l'elenco inizia con Aloe barbadensis Miller extract, significa che il succo o l'estratto di aloe vera è il composto più importante del prodotto. In genere, i 3 o 4 ingredienti elencati per primi costituiscono circa il 70% del prodotto totale. Tuttavia, l'elenco INCI non fornisce mai la quantità esatta contenuta in un determinato cosmetico.

Inoltre, è bene tenere presente che un composto che contiene meno dell'1% può essere collocato quasi ovunque alla fine dell'elenco. Ad esempio, se c'è lo 0,4% di methylparaben e lo 0,01% di olio vegetale di argan, il produttore potrebbe citare prima l'olio vegetale di argan e poi il methylparaben (gli conviene per guadagnare fiducia da parte del potenziale acquirente!).


Esistono oltre 2500 ingredienti che possono essere utilizzati nei cosmetici. È quindi impossibile impararli tutti. Perciò di solito leggo le etichette con un metodo di esclusione.

  • Innanzitutto il numero di ingredienti. Se ci sono più di dieci ingredienti, rimetto il prodotto sullo scaffale, a meno che la maggior parte dei nomi non sia in latino (una miscela di oli vegetali, per esempio).

  • Controllo che non compaiano le sostanze più controverse (ho scritto un articolo sugli ingredienti dannosi, lo trovi qui!).

  • Evito anche i prodotti petrolchimici: tutti gli oli minerali (Paraffinum liquidum o olio minerale, Petrolatum, Cera Microcristallina, Ozokerite, Ceresin). Faccio attenzione alla vaselina, che è una gelatina di petrolio (petrolato), presente in alcune creme, a prodotti con propellenti come il butano (deodoranti, schiuma da barba), l'etere dimetilico (presente nella lacca per capelli).

  • Infine, faccio attenzione al contenitore. In determinate condizioni i componenti della plastica possono migrare nel prodotto. Quando è possibile, la scelta migliore è quella di utilizzare barattoli di vetro, di alluminio o cartone.


Un po' di pratica e andrà tutto bene!

Come per ogni nuovo apprendimento, potrebbe essere necessario un po' di tempo prima di sentirsi a proprio agio con tutti questi nomi complicati.


Per questo ti suggerisco alcuni siti per aiutarti a fare pratica. Finché non ti sentirai a tuo agio, scarica pure un'applicazione che analizza l'elenco degli ingredienti dei cosmetici. Io ti consiglio INCI beauty, che uso quotidianamente e mi trovo benissimo.



Anche il sito Biodizionario - Il primo dizionario online cosmetico e alimentare ti permette di verificare i nomi in caso di dubbi. Potrai vedere rapidamente l'origine vegetale, animale, chimica o petrolchimica degli ingredienti e il sistema a semaforo ti aiuterà a capire immediatamente se fare affidamento o meno su quell'ingrediente.


E soprattutto, esercitati regolarmente. Ecco alcuni esempi. Compreresti questi prodotti?



122 visualizzazioni

Post correlati

Mostra tutti

Comments


Francesca_Ecodalia.jpg

Grazie di leggere
il mio blog!

Qualcosa non ti é chiaro in questo post? Oppure hai altre curiosità sul tema? Lascia un commento, ti risponderò al più presto!

Vuoi ricevere consigli sull'autoproduzione, aggiornamenti esclusivi e tante sorprese a tema DIY?

  • Instagram
  • Facebook
  • Pinterest
bottom of page