top of page

Top 10: gli ingredienti di base per realizzare i tuoi cosmetici in casa

Aggiornamento: 19 gen

Vuoi realizzare i tuoi cosmetici e prodotti per il corpo in casa, sei incuriositə dal mondo del fai da te, ma non sai da dove cominciare? Oggi ti presento i 10 ingredienti indispensabili per iniziare con l'autoproduzione cosmetica in casa!




Cosmesi DIY: quanti e quali ingredienti acquistare?


Quando si inizia, si tende a voler comprare qualsiasi cosa: l'emozione di poter creare i propri prodotti di cosmesi in casa è talmente grande che si abbonda spesso con le quantità e tipologie di ingredienti. Probabilmente ti affiderai ad internet per le tue prime ricette e... sono sicura al 98% che non hai la minima idea di cosa siano gli ingredienti citati, ma li comprerai lo stesso... Dopo anni di esperimenti (falliti e riusciti) posso già darti un primo consiglio: scopri a cosa servono i vari ingredienti. Perché questo? Se conosci il loro utilizzo e la loro funzione ti sarà più facile scegliere se acquistarli così come sono riportati nella ricetta o se conviene trovare un alternativa più versatile che ti permetterà di riutilizzare quegli ingredienti anche in altre ricette.


Il rischio è quello di acquistare ingredienti difficili da usare e che rimarranno quasi sicuramente chiusi nel tuo armadietto per il resto della tua vita.


Consiglio numero 2: inizia con piccole quantità. Se sei alle primissime armi o se provi per la prima volta una nuova ricetta, calcola una piccola quantità di ingredienti. Inutile sprecare litri di oli o chili di polveri se non hai la minima idea di come verrà la ricetta, se è veramente efficace e, soprattutto, se quella ricetta ti soddisferà e la userai nella tua vita di tutti i giorni.


Ti basterà dividere le quantità proposte dalla ricetta mantenendo le proporzioni. Ti faccio un esempio partendo dal sapone di Marsiglia che ti ho insegnato qui. La ricetta è stata scritta per realizzare circa un chilo di sapone. Di seguito troverai le dosi per ottenerne circa 250g (circa 4/5 saponette).

  • 1kg di Olio > 1000g/4 = 200g

  • 134 gr di soda caustica (idrossido di sodio) > 134g/4 = 33,5g

  • 300gr di acqua > 300g/4 = 75g

  • 10ml di olio essenziale (opzionale) > 10ml/4 = 2,5g

Quantità consigliate di prodotto finito per iniziare

Ecco qualche quantità che ti consiglio per provare le tue prime ricette:

  • Sapone: 200/250g

  • Crema: 30ml

  • Unguenti: 30ml

  • Cosmetici solidi: 30g

  • Burrocacao/rossetto: 10ml

Ora che questo primo importante step è stato trattato, partiamo con i 10 ingredienti che non devono mancare nella tua dispesa di cosmesi DIY!



10 ingredienti che non devono mancare nella tua dispesa di cosmesi DIY


Molto versatili, i 10 ingredienti di base che ti elenco qui sotto, ti permetteranno di realizzare molte ricette che troverai in questo blog (e nei libri di cosmesi DIY)!

  1. Olio di cocco

  2. Olio vegetale (a scelta. Es. Olio di oliva, olio di girasole..)

  3. Burro di karité

  4. Cera d'api o altra cera vegetale

  5. Amido di arrowroot (fecola di maranta)

  6. Argilla (bianca, verde, rosa...)

  7. Oli essenziali

  8. Vitamina E

  9. Cosgard

  10. Bicarbonato di sodio



1. Olio di cocco

C'è un motivo se l'olio di cocco è così popolare: è un ingrediente davvero versatile, ottimo sia per la pelle, che per i capelli ed anche per i denti (sbiancante e antibatterico).

Lo chiamiamo impropriamente olio: in realtà si tratta di un burro morbido che mantiene la sua consistenza solida fino ai 25°C.

È molto nutriente e lenitivo ed ha anche proprietà schiumogene e sbiancanti.

L'olio di cocco è un olio leggero che si assorbe abbastanza velocemente ma è incredibilmente nutriente. È anche molto ricco di acido laurico, che ha proprietà antibatteriche.

Consiglio di utilizzare una versione raffinata e non profumata dell'olio di cocco, perché qualsiasi versione non raffinata ed extravergine potrebbe coprire il profumo degli oli essenziali, ma se non riesci a trovarlo, va bene anche l'extravergine non raffinato. L'olio di cocco profumato (extravergine) si acquista facilmente nei supermercati. Quando passerai a grandi quantità, ti consiglio di acquistarlo dalle botteghe dal Biostorie-Saponaria.

L'ideale è scegliere un olio di cocco biologico e, se possibile, da commercio equo e solidale.

Può essere utilizzato in creme, balsami, deodoranti, dentifrici, shampoo e saponi.


2. Olio vegetale

Ne esistono di tanti tipi diversi. Il consiglio è sempre quello di partire da un olio che hai frequentemente in casa, utilizzabile anche in cucina. Ti consiglio di scegliere un olio stabile, come quello di girasole o di oliva (vergine o extravergine). L'ideale sarebbe un olio spremuto a freddo e biologico. Questi oli possono essere utilizzati in molte ricette e ti aprono le porte del meraviglioso mondo della macerazione (oleoliti) per aggiungere benefici alle tue creazioni.

Con questo ingrediente si possono realizzare struccanti, maschere per capelli, deodoranti, saponi..


3. Burro di karité

Ricchissimo di vitamine, questo burro è indispensabile nei prodotti per la cura della pelle: protegge, ammorbidisce, nutre e ristruttura la pelle danneggiata. Incorporato nei preparati per capelli, nutre e restituisce ai capelli lucentezza e bellezza.

Ti consiglio di acquistarlo crudo (non raffinato) e da agricoltura biologica.

Lo puoi utilizzare nelle ricette di creme, balsami, deodoranti, ecc.


4. Cera d'api (o cera vegetale)

La cera è necessaria per addensare e dare viscosità al tuo prodotto, cioè la capacità del prodotto di spalmarsi facilmente sulla nostra pelle senza risultare appiccicoso. Probabilmente non utilizzerai grandi quantità di cera perché altrimenti il prodotto diventerà troppo duro.

A tua discrezione, puoi scegliere una cera animale (cera d'api) o una cera vegetale (candelilla).

Ti consiglio di utilizzare la cera d'api bianca, che è una versione deodorata e più chiara della classica cera d'api. Se utilizzi la cera d'api gialla non è un problema, ma tieni presente che il suo profumo potrebbe interferire con quello degli oli essenziali.

Con questo ingrediente si possono realizzare burri corpo, deodoranti solidi, unguenti...


5. Amido di arrowroot (fecola di maranta)

L'amido di arrowroot (in italiano fecola di maranta) assorbe l'umidità e l'olio in eccesso in molte ricette di deodoranti e burro per il corpo. È anche una polvere naturalmente opacizzante: utilissima per preparare la cipria o lo shampoo secco!

Se non riesci a trovare questo particola amido puoi anche usarne qualsiasi altro, come l'amido di mais, che ha una consistenza vellutata, davvero piacevole sulla pelle. Gli amidi svolgono un ruolo importante nell'addensare la nostra ricetta, in modo da non dover usare troppa cera d'api nel prodotto, che potrebbe risultare appiccicoso.


6. Argilla

Ne esistono diversi tipi: bianca, gialla, rossa, rosa, verde... Si può usare per realizzare delle maschere purificanti per il viso, come cataplasma per i muscoli doloranti, nella vasca da bagno per una sessione di spa domestica, o in una ricetta per dentifricio, deodorante, scrub, balsamo, ecc.

Ogni argilla ha delle proprietà leggermente diverse e permette anche di colorare naturalmente i tuoi prodotti cosmetici e saponi.

Per le persone che reagiscono al bicarbonato di sodio contenuto nei deodoranti, l'argilla può essere un'ottima alternativa!


7. Oli essenziali

Avere a portata di mano alcuni oli essenziali, sia per il loro profumo che per le loro proprietà, è un must.

Per la loro versatilità, ecco quelli che ti suggerisco per iniziare:

  • Lavanda vera (Lavandula officinalis): un classico per tutti i tipi di pelle, comprese quelle problematiche, danneggiate, sensibili e a tendenza acneica.

  • Tea tree (Melaleuca alternifolia): Un must assoluto per i trattamenti purificanti e detergenti del viso. Un ingrediente fondamentale nei prodotti per la cura dei capelli grassi o con forfora; da inserire nei prodotti per la cura dei piedi (bye bye, cattivi odori)

  • Geranio rosa (Pelargonium graveolens): amato dalle pelli grasse, irritate e problematiche, lenisce e tonifica l'epidermide bisognosa di idratazione.

IMPORTANTE: Alcuni oli essenziali non sono adatti durante la gravidanza perché possono stimolare le contrazioni uterine. Se sei incinta, studia attentamente gli oli essenziali se vuoi utilizzarli o, meglio, evita del tutto di usarli. Gli oli essenziali di agrumi sono fotosensibilizzanti e non devono essere utilizzati in caso di esposizione diretta al sole.


8. Vitamina E

La vitamina E (tocoferolo) è un antiossidante. Viene utilizzato per rallentare l'irrancidimento degli oli e per prolungare la durata di conservazione dei prodotti con fase oleosa. Spesso si dice che è facoltativo, ma se si intende conservare i prodotti per più di 6 mesi, si consiglia di aggiungerlo.

La vitamina E è molto densa, quindi aumenterà ulteriormente la viscosità del prodotto.


8. Cosgard

Quando una formula contiene acqua c'è il rischio di sviluppo batterico ed è quindi necessario aggiungere un conservante antibatterico. Senza questo conservante la preparazione potrà essere conservata solo pochi giorni. Il complesso benzilico alcool idro acetico - Benzyl alcool DHA (conosciuto con il nome commerciale Cosgard) permette di allungare il periodo di conservazione del prodotto fino a 6 mesi. Una boccetta ti durerà per molti mesi.


10. Bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio (al supermercato lo trovi con il nome di bicarbonato alimentare - extra fino) è l'eliminatore di odori per eccellenza e si trova in molte ricette di deodoranti. È anche un ingrediente molto pratico per la salute orale e per i prodotti di pulizia. Può essere utilizzato anche come agente esfoliante e come ammorbidente.


 

Ora che hai tutte le chiavi per iniziare la tua autoproduzione in casa... da quale ricetta vorresti cominciare? Lasciami un commento e ti aiuterò a realizzare le tuoi prime ricette! 🫧

62 visualizzazioni

Post correlati

Mostra tutti
Francesca_Ecodalia.jpg

Grazie di leggere
il mio blog!

Qualcosa non ti é chiaro in questo post? Oppure hai altre curiosità sul tema? Lascia un commento, ti risponderò al più presto!

Vuoi ricevere consigli sull'autoproduzione, aggiornamenti esclusivi e tante sorprese a tema DIY?

  • Instagram
  • Facebook
  • Pinterest
bottom of page